Attenzione: tutte le pagine prevedono un titolo iniziale di livello 1. Per una lettura ordinata, a ogni nuova pagina è preferibile accedere al titolo.

Pulsanti di uso generale: Indice generale Home Informazioni e credits Help Uscita

Il verbo: il genere (transitivo e intransitivo)


Tipo Learning Object
exercise

Materia
Italiano

Argomenti
Verbi transitivi e verbi intransitivi
Verbi transitivi usati intransitivamente
Verbi intransitivi usati transitivamente
Gli ausiliari dei verbi transitivi e intransitivi

Obiettivi
Distinguere i verbi transitivi e intransitivi
Individuare la funzione transitiva o intransitiva dei verbi in relazione al contesto comunicativo
Riconoscere l'ausiliare dei verbi transitivi e intransitivi

Prerequisiti
Conoscenza della forma del verbo
Orientamento nelle funzioni sintattiche fondamentali della frase semplice

Vai alla pagina successiva

Attenzione: per sfruttare le funzioni avanzate del corso è necessario abilitare Javascript sul browser.

La scoperta della luna

Riconosci e distingui nel testo i verbi transitivi dagli intransitivi.

cielo notturno con luna

ignara di lui, che pure per lei non aveva più paura, né si sentiva più stanco, nella notte ora piena del suo stupore.

(Tratto da Ciàula scopre la luna, di Luigi Pirandello)

Avanti

Completa il testo

Completa le frasi con una preposizione semplice o articolata, oppure con un articolo.
Se le frasi sono già complete di tutte le parole, non scrivere niente.

famigliola

recupero dei crediti.

Avanti

Trova gli errori

Nel testo seguente vi sono degli errori nel funzionamento transitivo o intransitivo
dei verbi. Trova gli errori.
lo telefono mai più!

Avanti

Transitivi o intransitivi?

Alcuni dei verbi evidenziati nel testo sono di genere transitivo assoluto, altri sono di
genere intransitivo. Sai distinguere gli uni dagli altri?

scorcio di lago lombardo

in piedi e vestite: i bravi da una parte, Agnese e Perpetua dall'altra.
Che confusione!

Avanti

Doppio uso

Le seguenti coppie di frasi hanno lo stesso verbo, che è però usato in modo diverso.
Distingui, nei verbi evidenziati, l'uso transitivo da quello intransitivo.

Avanti

Da intransitivi a transitivi

I verbi evidenziati nelle frasi sono in genere usati in modo intransitivo. In alcune, però, essi
hanno un significato figurato e sono usati transitivamente. Sai dire in quali frasi?

due amiche












Avanti

Oggetto interno

Associa a ciascun verbo, generalmente intransitivo, l'oggetto interno grazie
al quale può assumere una funzione transitiva.

Avanti

Essere o avere?

L'animazione prevede un test da effettuare trascinando gli oggetti sullo schermo. Per accedere automaticamente alla pagina alternativa, è necessario disabilitare in precedenza i componenti multimediali.

Trascina le barche dei verbi nel lago del loro ausiliare.

Avanti

Il genere dei verbi: transitivi e intransitivi

Esempi di verbi transitivi e intransitivi

Esempi di verbi transitivi e intransitivi 

Il Vai al glossarioverbo è la colonna della frase; la sua forma, attraverso le Vai al glossariodesinenze, indica il tempo, il modo, la persona che svolge l'azione. Nella frase "Il cavallo galoppa":
- il tempo è presente
- il modo è indicativo
- la persona è III singolare.
Dal punto di vista del significato, il verbo presenta altre variabili.Una di queste riguarda il genere:
1. i verbi che possono avere un complemento oggetto, cioè un Vai all'approfondimentocomplemento diretto sono detti Vai al glossariotransitivi 
2. i verbi che non possono avere un complemento oggetto, ma solo un complemento indiretto, si chiamano Vai al glossariointransitivi.

Transitivo: "Un'ape succhia il nettare"
L'azione dell'ape (Vai al glossariosoggetto) si esercita sul nettare (complemento oggetto) in modo diretto (senza preposizioni).
Intransitivo: "Un'ape vola verso i fiori"
L'azione dell'ape (soggetto) si esercita sui fiori (complemento di moto a luogo) in modo indiretto (con la preposizione verso).

Solo i verbi transitivi possono avere la forma Vai al glossariopassiva.
Esempi: "Ho colto una margherita" (forma attiva).
"Una margherita è stata colta da me" (forma passiva).

Indietro Avanti

Transitivi assoluti o intransitivi?

Esempio di verbo transitivo con complemento oggetto

Esempio di verbo transitivo con complemento oggetto 

Nella frase "Lo scoiattolo mangia una nocciola" il verbo transitivo mangia è seguito da un Vai all'approfondimentocomplemento oggetto: una nocciola.
Spesso le frasi con i verbi transitivi non hanno un complemento oggetto.
Esempi:
"La mucca mangia"
"Il nonno legge"
"Loreto beve"
In questi casi, i verbi si dicono transitivi assoluti.
Attenzione a non confonderli con i verbi intransitivi privi di Vai all'approfondimentocomplemento indiretto.
Esempi:
"I nanetti camminano"
"Braccio di Ferro e Sindbad litigano"
"Felix ride"
Mentre i transitivi assoluti possono avere o non avere un complemento oggetto - ma restano transitivi - gli intransitivi non possono averlo.

Indietro Avanti

Da intransitivi a transitivi

Esempio di verbo intransitivo usato transitivamente

Esempio di verbo intransitivo usato transitivamente 

Alcuni verbi, normalmente intransitivi, possono diventare transitivi, quando sono seguiti da un Vai all'approfondimentocomplemento oggetto che, dal punto di vista del significato, è molto vicino ad essi.
Tale complemento si chiama oggetto interno.
Esempi:
"Vivere bene la vita"
"Salire una scala ripida"
"Morire una morte dignitosa".
Vita, scala, morte sono oggetti interni dei rispettivi verbi.
Alcuni verbi intransitivi possono essere usati transitivamente, in modo figurato.
Esempio: "Tuonò un insulto contro i presenti".

Indietro Avanti

Da transitivi a intransitivi

Esempi di verbi transitivi usati intransitivamente

Esempi di verbi transitivi usati intransitivamente Alcuni verbi transitivi possono essere usati anche in modo intransitivo.
Tra i due usi c'è una differenza di significato, che può essere più o meno marcata:
  1. Uso transitivo:
    Esempio: "Il pugile ha atterrato l'avversario con un destro"
  2. Uso intransitivo:
    Esempio: "Un elicottero è atterrato nella radura".

  1. Uso transitivo:
    Esempio: "Vorrei un apparecchio che  non aspiri soltanto la polvere, ma lucidi anche i pavimenti"
  2. Uso intransitivo:
    Esempio: "La squadra aspira alla promozione in serie A".

Indietro Avanti

Quale ausiliare?

ardere

ardere 

Tutti i verbi transitivi Vai al glossarioattivi, per la formazione dei tempi composti, si servono dell'Vai al glossarioausiliare Vai all'approfondimentoavere.
I verbi intransitivi possono avere l'ausiliare Vai all'approfondimentoessere o Vai all'approfondimentoavere.

Non esiste una regola ma, nel dubbio, occorre consultare un dizionario.
Ad esempio, per il  verbo "ardere", che può essere transitivo o intransitivo,
il dizionario indica:

  •  l'ausiliare "avere" quando è transitivo
  • "essere" o, in certi casi,  avere" quando è intransitivo.

Indietro Avanti

Che cosa hai imparato?

ardere

Il genere di un verbo può essere:

  • transitivo:
    può avere un complemento oggetto e si può trasformare in forma passiva
  • intransitivo:
    può reggere solo complementi indiretti e non ha la forma passiva.

I verbi transitivi privi del complemento oggetto si dicono transitivi assoluti,
da non confondere con i verbi intransitivi, privi di complemento indiretto.
Alcuni verbi intransitivi diventano transitivi,
se sono seguiti da un complemento oggetto interno.
Alcuni verbi intransitivi diventano transitivi, se usati in modo figurato.
Per la formazione delle voci composte,
i verbi transitivi si servono dell'ausiliare avere,
quelli intransitivi dell'ausiliare essere o di avere.

Parole nuove
glossarioTransitivo
glossarioIntransitivo
glossarioAttivo
glossarioPassivo
glossarioAusiliare

Indietro Avanti

Esprimi le tue considerazioni

ardere

Indietro

Attenzione: per inviare commenti è necessario abilitare Javascript sul browser.

Essere o avere?

Associa il verbo al suo ausiliare. Nel caso di verbi che possono essere anche di genere transitivo,
considerali solo nel loro uso intransitivo.

Avanti

Complementi diretti e indiretti

I complementi hanno la funzione di completare le informazioni del Vai al glossariosoggetto e del Vai al glossariopredicato. Essi possono essere diretti o indiretti.

Il complemento diretto - o complemento oggetto -  dipende da un verbo transitivo attivo e non è preceduto da una preposizione: "Claudio tempera la matita".
I complementi indiretti esprimono varie funzioni: di termine, di luogo, di scopo ecc.; possono dipendere sia da verbi transitivi che intransitivi e sono generalmente costruiti con una preposizione semplice o articolata:
Esempi:
"Carlo dà il disco al suo amico"
"Siamo andati al mare"
"Studio per la promozione".

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Coniugazione di verbo intransitivo con ausiliare avere


Cammin-are
coniugazione di verbo intransitivo con ausiliare avere
coniugazione di verbo intransitivo con ausiliare avere
coniugazione di verbo intransitivo con ausiliare avere

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Coniugazione di verbo intransitivo con ausiliare essere


Cad-ere
Coniugazione verbo intransitivo con ausiliare essere
Coniugazione verbo intransitivo con ausiliare essere
coniugazione verbo intransitivo con ausiliare essere

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Prospetto coniugazione avere


Avere
coniugazione avere
coniugazione avere
coniugazione avere

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Verbo

Verbo deriva dal latino verbum (parola).
Anticamente "verbo" era sinonimo di parola: ciò ci fa capire quanta importanza rivesta questo elemento della frase.
Esso infatti ne rappresenta il centro: indica un'azione, attiva, passiva o riflessiva, oppure uno stato del soggetto, con il quale è strettamente correlato.

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Transitivo

Transitivo deriva dal verbo latino transire, composto di trans (oltre) e ire (andare).

Il verbo transitivo esprime un'azione che dal soggetto va verso il complemento oggetto:
Esempio: "Luca prende il libro"

- Luca (soggetto)
- prende (verbo transitivo)
- il libro (complemento oggetto).

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Intransitivo

Intransitivo deriva da transitivo con l'aggiunta del prefisso in (non).

Il verbo intransitivo, al contrario del verbo transitivo, non regge un complemento oggetto.
Esempio: Luca parla.

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Attivo

Attivo deriva dal verbo latino agere (fare).
La forma attiva del verbo esprime l'azione compiuta dal soggetto.

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Passivo

Passivo deriva dal verbo latino pati (sopportare, subire).

Essa indica infatti una forma verbale che esprime un'azione subita dal soggetto.
Esempio: "Sono stato visto".

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Predicato

Predicato deriva dal latino praedicatum (ciò che viene detto, affermato).
Il predicato è l'elemento della proposizione che dice qualcosa del soggetto.
Generalmente è un verbo: mangio, andrete (predicato verbale); a volte è formato da una voce del verbo "essere", unita ad una determinazione: è caldo, è meglio (predicato nominale).

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Soggetto

Soggetto deriva dal termine latino subiectus, derivato dal verbo subicere (sottoporre).

Nella sintassi, il soggetto è un elemento strettamente legato al predicato, con cui concorda.
Esso è il protagonista, attivo o passivo, dell'azione o della situazione descritta dal verbo; può essere un nome oppure un'altra parte del discorso.
Esempi:
"La valle è fiorita" (valle = nome)
"Siete stati voi?" (voi = pronome)
"Ridere fa bene alla salute" (ridere = verbo).

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Desinenza

Desinenza deriva dal verbo latino desinere (terminare).

Essa indica l'elemento variabile che si aggiunge alla radice di una parola per determinare le varie forme.

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Ausiliare

Ausiliare deriva dal latino auxiliare(m), derivato di auxiliu(m) (aiuto).

Il verbo ausiliare, infatti, unito al participio passato di un altro verbo, "aiuta" a formarne i tempi composti e il passivo:
ho visto, sono stato visto.

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Riepilogo



Confermi l'uscita da questa sessione di lavoro?

Principali funzioni: Torna indietro

Per confermare l'uscita dal corso chiudi la finestra del browser o digita Alt-F4. Fine della pagina di uscita dal corso. Per riascoltarla torna al titolo.

Istruzioni per l'uso

I comandi di navigazione

Questo corso ha una struttura sequenziale che permette di seguire facilmente il flusso di informazioni multimediali (testi, immagini, filmati, animazioni) e prove di verifica con pochissimi comandi.


Pulsante 'Indietro' Pulsante 'Avanti' I pulsanti "Indietro" e "Avanti" e consentono di scorrere le pagine. Se il pulsante "Avanti" non è visibile, a meno che non si tratti dell'ultima pagina, nella schermata ci sono certamente indicazioni su come proseguire.
Da alcune pagine, tramite collegamenti ipertestuali, si possono raggiungere voci di glossario e altri documenti di approfondimento. Questi collegamenti sono preceduti da piccole icone come queste: Icona degli Approfondimenti e Icona del glossario.


Pulsante 'Home' Il pulsante "Home" consente di raggiungere direttamente la pagina iniziale ("home page"), che contiene una scheda sintetica del corso.


Pulsante 'Indice' Il pulsante "Indice" consente di raggiungere direttamente l'indice del corso. Da qui può essere possibile accedere alle diverse pagine.
Un segno di spunta compare accanto a ogni pagina visitata Segno di spunta.


Pulsante 'Help' Il pulsante "Help" consente di accedere alla pagina delle istruzioni (questa!), che contiene indicazioni sulle diverse funzioni e sui comandi.


Pulsante 'Informazioni' Il pulsante "Informazioni" consente di accedere alla pagina con informazioni sugli autori. Equivale ai titoli di coda di un film (credits).


Pulsante 'Torna' Il pulsante "Torna" serve a tornare indietro. Il suo funzionamento è differente a seconda dei casi:
  • Nelle pagine di Help, di Informazione, di Glossario o negli altri Approfondimenti, torna alla pagina chiamante.
  • Nelle pagine con contenuti teorici, torna all'ultimo test effettuato o alla pagina di riepilogo.

I comandi per le esercitazioni e i test


Pulsante 'Verifica' Il pulsante "Verifica" permette di controllare l'esito di un test e di assegnare i relativi punteggi.
Senza premere questo pulsante, il test non è considerato valido.


Pulsante 'Studia' Il pulsante "Studia" (o "Vai a vedere") permette di collegare un test alle pagine che contengono le necessarie conoscenze teoriche.
Dopo un errore, l'accesso a queste pagine può essere reso obbligatorio: è un modo per facilitare la prosecuzione dell'attività.
In molti casi, la pagina collegata da questo pulsante varia a seconda dell'errore commesso (se sono stati commessi più errori, il sistema tiene conto del primo).
Pulsante 'Soluzione' Il pulsante "Soluzione" permette di conoscere le soluzioni dei test.
Accanto a ciascuna risposta compare una delle icone: Risposta esatta o Risposta errata.
Sfiorando col puntatore del mouse questa icona è possibile conoscere la risposta esatta.
Attenzione: il pulsante "Soluzione" compare solo dopo alcuni tentativi di risposta. Vedere le soluzioni è facoltativo, ma (naturalmente) una volta visualizzate non sarà più possibile rispondere nella stessa sessione.
Visualizzando la soluzione, inoltre, i punti previsti per quel test vengono sottratti.

I comandi per gestire l'interfaccia e la multimedialità


Pulsante 'Ingrandisci' Pulsante 'Rimpicciolisci' I pulsanti "Ingrandisci" e "Rimpicciolisci" permettono di modificare a piacere le dimensioni dei caratteri del testo.
Senza limiti.


Pulsante 'Zoom' Il pulsante "Zoom" permette di scegliere tra due possibili dimensioni della schermata, per adattarle a quelle del monitor.
Il pulsante è attivo solo all'inizio del corso, fino a quando non si comincia a navigare per le diverse pagine.


Pulsante suono 'On' Pulsante 'Off' Il pulsanti "Attiva/disattiva audio, video e animazioni" permettono di attivare o disabilitare tutti i contenuti multimediali: suoni, filmati, animazioni Flash, ecc.
Tuttavia, alcuni brevi suoni particolarmente importanti (quelli che accompagnano i messaggi) sono sempre abilitati.

Le funzioni per l 'accessibilità


Oltre agli accorgimenti previsti dalla normativa vigente (legge 4 del 2004), sono presenti molte funzioni per facilitare al massimo l'accessibilità dei contenuti.
In particolare:
  • Per ogni pagina è sempre presente, anche quando non è visibile, un titolo di primo livello che consente di tornare velocemente a inizio pagina attraverso i comandi del lettore di schermo.
  • Sono presenti comandi nascosti per disattivare fin dall'inizio i componenti audio, video e le animazioni che potrebbero interferire con i lettori di schermo.
  • Anche quando sono disabilitati, i contenuti multimediali si possono attivare, pagina per pagina, con comandi nascosti che permettono di procedere solo dopo aver terminato l'esplorazione della pagina.
  • I pulsanti di navigazione sono replicati da comandi nascosti attivi nelle diverse pagine.
  • Per le pagine il cui contenuto essenziale è costituito da animazioni interattive (come i test che prevedono il trascinamento di oggetti, chiamati anche "drag and drop"), il sistema passa automaticamente alle pagine alternative se verifica che i contenuti multimediali sono disabilitati o se non è installato il plugin Flash.

Principali funzioni: Torna indietro Fine dell'help. Per riascoltarlo torna al titolo.

Credits

Licenza d'uso

Il presente Learning Object (LO) è di proprietà di Garamond Srl ed è concesso in licenza d'uso esclusivo al legittimo titolare, da intendersi come il singolo alunno della scuola selezionata dal Ministero della Pubblica Istruzione per il Progetto DIGI Scuola, per il quale la stessa scuola ha effettuato l'acquisto di una singola licenza, alle condizioni definite nel "Marketplace" della piattaforma web DIGI Scuola.

Il titolare della licenza d'uso, così come sopra definito, ha facoltà di eseguirlo online nella "Piattaforma di fruizione" della piattaforma web DIGI Scuola, disponendo della sua fruizione senza alcun vincolo di tempo, di sessioni di studio o di sede di esecuzione domestica, scolastica o di altro tipo.

Il titolare della licenza d'uso ha anche la facoltà di scaricare il presente LO sul proprio computer o di eseguirlo - online e offline - su di esso o su altre piattaforme della scuola che ha acquistato la regolare licenza, registrandosi sul sito web di Garamond "Curriculum Digitale" (http://www.curriculumdigitale.it).

Produzione editoriale
Garamond Editoria e Formazione - Roma

Progettazione didattica
Vindice Deplano

Ideazione e produzione storyboard e testi
Paola Pippia

Coordinamento disciplinare
Rita Manzoni

Redazione
Paola Ricci (coordinamento), Rossella Baldazzi, Mimma Basile, Francesca Policaro, Brunella Pellegrini, Martina Quadrino, Ida Taci, Stefano Tura

Progettazione e sviluppo editor LO
Francesco Leonetti

Progettazione e sviluppo funzioni per l'accessibilità
Glaux Srl

Progettazione e realizzazione grafica
Cristiana Giovannini (coordinamento), Daniele Quartu

Animazioni
Andrea Blasio (coordinamento), Alessandro Avenali, Gaetano Ermito, Diana Oreffice, Pasquale Gagliano

Audio, musiche ed effetti sonori
Luca De Carlo, Gio Gio' Rapattoni (voce)

Comunicazione
Chiara Calzavara

Principali funzioni: Torna indietro Fine dei credits. Per riascoltarli torna al titolo.

Indice generale

1 La scoperta della luna
2 Completa il testo
3 Trova gli errori
4 Transitivi o intransitivi?
5 Doppio uso
6 Da intransitivi a transitivi
7 Oggetto interno
8 Essere o avere?
9 Il genere dei verbi: transitivi e intransitivi
10 Transitivi assoluti o intransitivi?
11 Da intransitivi a transitivi
12 Da transitivi a intransitivi
13 Quale ausiliare?
14 Che cosa hai imparato?
15 Esprimi le tue considerazioni

Principali funzioni: Torna indietro Fine dell'indice generale. Per riascoltarlo torna al titolo.